H2biz - International Business HUB

Francesco Milleri

Amm. Delegato EssilorLuxottica
Manager
Moda e Lusso
Milano (MI) - Italia

Profili simili (82)

Abroug Wajdi

adriana poli


Alberto B...

Alessandr...

Alessandr...


Ana Claud...

Andreas S...

angelo


Antoine A...

antonio e...

Antonio M...


antonio s...

Barbara B...

Barbara M...


Bartolome...

Bruno Nun...

Carlo Rin...


Visualizza tutti

Curriculum vitae

Vicepresidente e Amministratore Delegato di Luxottica da gennaio 2017 e AD di EssilorLuxottica da dicembre 2020, Francesco Milleri è nato nel 1959 a Città di Castello (PG).

Laureatosi nel 1987 con lode in Giurisprudenza all’Università di Firenze, consegue un MBA in Business Administration con alto merito all’Università Bocconi. La vittoria della borsa di studio “Donato Menichella” bandita dalla Banca d’Italia gli permette di trasferirsi negli Stati Uniti per due anni e specializzarsi in Corporate Finance alla Stern School of Business della New York University. In questo periodo acquisisce competenze in materia di gestione dei processi aziendali nelle organizzazioni complesse, perfezionandosi di fatto nel management consulting.
Rientrato in Italia, inizia a lavorare nell’ambito della consulenza direzionale: tale esperienza gli consente di maturare una visione ancora più marcata in merito alla gestione dei processi core dell’organizzazione aziendale e dei sistemi e allo sviluppo di leve competitive. Francesco Milleri decide quindi di imprimere una svolta al proprio percorso professionale avviando una nuova esperienza in ambito imprenditoriale: nel 1996 insieme ad altri due soci dà vita ad Abstract (prima MeA o Milleri e Associati), società di consulenza strategica specializzata in definizione e ingegnerizzazione dei processi aziendali. La decisione lungimirante di concentrarsi fin da subito sullo sviluppo della piattaforma SAP porta l’azienda a farsi strada nel settore: realtà di rilievo come l’Istituto Europeo di Oncologia si affidano ad Abstract per il design e l’implementazione dei processi e in ambito sanitario la società crea nuove partnership con diverse strutture ospedaliere tra cui il San Raffaele di Milano e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara.
Nel 2006 Abstract acquisisce iDoq, specializzata nell’automatizzazione di flussi documentali e proprietaria della piattaforma di digitalizzazione Lucy Star: l’offerta si amplia ulteriormente e inizia a collaborare con grandi realtà come Campari, Barilla e Luxottica, per cui aveva già lavorato a progetti di change management legati a SAP. Il gruppo guidato da Leonardo Del Vecchio in quegli anni è impegnato nella digitalizzazione dei suoi processi di business: a guidarne la delicata fase di trasformazione è Francesco Milleri, che porta l’expertise e il know-how di Abstract. In circa dieci anni Luxottica riesce quindi a sostenere in modo efficiente la migrazione su tecnologia SAP della quasi totalità delle sue attività nelle diverse aree geografiche, integrare sistemi e modalità di lavoro e garantire la semplificazione dei processi, il controllo dei flussi e una più ampia flessibilità e rapidità decisionale.
In parallelo Abstract continua a crescere, concludendo acquisizioni strategiche fondamentali per la diversificazione del business: HuReMa nel 2013, Witt nel 2015 e una terza nel 2017 che porta Abstract Digital a riunire team di talenti delle tecnologie digitali, mobile ed e-commerce. In questi anni inoltre si rafforza la collaborazione con Luxottica a cui fornisce il suo primo “Virtual Store”, un’app mobile di rilievo strategico per tutto il Gruppo.
Nei dieci anni in cui lavora per il rinnovamento operativo e tecnologico di Luxottica, Francesco Milleri riesce a ottimizzare, ridefinire e implementare processi aziendali chiave, arrivando a farsi interprete della visione imprenditoriale di Leonardo Del Vecchio che, a partire dal 2016, lo vuole stabilmente in azienda, inizialmente come Amministratore con funzioni vicarie. Nominato successivamente Vicepresidente, diventa Amministratore Delegato del Gruppo nel gennaio 2018. Incarichi che gli permettono di proseguire nell’implementazione dei principali driver della crescita attuale e futura dell’azienda e di accelerare nel percorso di semplificazione organizzativa, turnover manageriale e trasformazione digitale. I risultati che porta sono nei numeri: dal 2015 al 2019 le vendite cumulate crescono di circa il 40% rispetto al periodo 2010-2013, passando da 26 a 36 miliardi di Euro; l’utile netto cumulato cresce di circa l’80% e il valore medio del margine netto sale dal 7,5% circa a oltre il 10%.
Il suo contributo si rivela decisivo anche nell’operazione che nell’ottobre 2018, dopo anni di negoziazioni infruttuose, porterà alla nascita di EssilorLuxottica. In collaborazione con Paul du Saillant e il suo team, lavora attivamente per implementare e attuare le strategie e il processo di integrazione delle due società, da maggio 2019 come co-delegato esecutivo e attualmente come Amministratore Delegato.
Date le sue competenze, il Presidente di Luxottica gli conferisce inoltre ulteriori incarichi di fiducia, anche in assenza di ruoli formali: in Delfin, ad esempio, opera in qualità di garante e interprete delle linee strategiche condivise con Leonardo Del Vecchio. È inoltre Consigliere di Amministrazione della Fondazione Leonardo Del Vecchio, incarico che lo vede impegnarsi attivamente nell’individuazione e nella realizzazione di progetti ad altissimo impatto sociale ed economico in Italia, in particolare tra il 2020 e il 2021 nella lotta alla pandemia, ma anche in Ruanda, dove la Fondazione sostiene la creazione di strutture ospedaliere e centri di formazione per garantire l’accesso universale alle cure oftalmologiche. In rappresentanza della Fondazione, opera inoltre come Consigliere di Amministrazione dell’Istituto Europeo di Oncologia.
Promotore di diverse iniziative finalizzate a valorizzare il patrimonio culturale e naturalistico della sua regione di origine, Francesco Milleri è impegnato nel progetto di riqualificazione del Parco Termale di Fontecchio, a Città di Castello dove è nato: un’iniziativa tuttora in corso che genererà un indotto importante per l’economia del territorio e lo doterà nuovamente di un polo di attrazione turistica legato al benessere, con importanti ricadute in termini occupazionali.