H2biz - International Business HUB
Servizio di Revisione Tecnica dei Tributi Locali per verificare eventuali pagamenti in eccesso
Servizio di Revisione Tecnica dei Tributi Locali per verificare eventuali pagamenti in eccesso

Fornitore      Marcella Coccanari

Settore: Avvocati e Studi legali


Condividi   |   Consiglia   |   Inoltra


Lo studio Legale e Tributario Coccanari & Partners, grazie alla partnership con primaria azienda italiana di verifica, propone il servizio di analisi della situazione inerente la dichiarazione ed il pagamento della Tassa/Tariffa Rifiuti Solidi Urbani e dell’ICI/IMU riferibili ad insediamenti industriali, locali commerciali e in generale immobili strumentali a qualsiasi tipo di attività.

L’avvocato Coccanari, per anni Responsabile del dipartimento contenzioso della società Gemma (società mista del Comune di Roma), relatrice in seminari e workshop e autrice di diverse pubblicazioni in materia, ha maturato una ventennale esperienza nel settore dei tributi locali.

Ciò consente allo Studio di fornire un servizio rapido ed estremamente efficace.

La partnership in esclusiva con la primaria azienda di verifica ed analisi della posizione aziendale sui tributi locali garantisce una assoluta precisione ed affidabilità dei risultati.

Le aziende si trovano, con una frequenza percentuale molto alta, a pagare più imposte del dovuto a causa di errori presenti negli archivi degli Enti pubblici.

Usufruendo dell’apporto professionale di architetti, tecnici e contabili, è possibile procedere:

- all’individuazione di eventuali incongruenze, che possono aver causato la corresponsione di cifre superiori a quanto effettivamente dovuto;
- alla quantificazione dei corretti importi dovuti e alla stima delle somme da richiedere a rimborso;
- nonché all’espletamento di tutte le procedure stragiudiziali necessarie al recupero delle somme di cui al punto precedente.

La legge consente di chiedere il rimborso fino a 5 anni, oltre al risparmio fiscale che l’azienda avrà dal momento della verifica, e già per l’anno in corso, con il ricalcolo dell’effettivo dovuto e l’adeguamento delle banche dati comunali alla reale situazione.

Oltre l’80 per cento delle richieste di rimborso dei tributi erroneamente pagati si conclude in pochi mesi, in collaborazione con gli uffici comunali, e senza necessità di ricorrere al contenzioso.