H2biz - International Business HUB
IDRAPOWER - Per automotive è un sistema di trasmissione idrodinamico fortemente innovativo.
IDRAPOWER - Per automotive è un sistema di trasmissione idrodinamico fortemente innovativo.

Fornitore      Giambattista Ceruti

Settore: Automotive


Condividi   |   Consiglia   |   Inoltra


Il sistema IDRAPOWER nasce dalla tecnologia IDRATEC .
Le normali pompe idrauliche a palette, possono raggiungere elevate pressioni, ma con piccole portate, questo a causa della loro conformazione ellissoidale, così concepita per annullare la spinta sull’asse dovuta alle alte pressioni, che graverebbe sui cuscinetti causandone una rapida usura.
Un’altra caratteristica di queste pompe è che le palette vengono mantenute aderenti alla superficie interna della volta ellissoidale da delle molle, la cui spinta viene in parte compensata dalla pressione del lato mandata, ma non nel lato aspirazione, questo comporta un notevole attrito interno, che ne limita il numero dei giri, oltre a richiedere una maggiore potenza aggiuntiva al motore.
Un vantaggio di questo tipo di pompe è che sono auto adescanti.
La soluzione IDRATEC ha risolto il problema degli attriti interni con un sistema meccanico, che per la sua conformazione, mantiene le palette aderenti alla superficie di rotazione in maniera naturale, come avviene con le fasce elastiche nei pistoni, in oltre, la forza centrifuga esercitata sulle palette, non influisce minimamente sul loro attrito sulle pareti interne, permettendo a questo tipo di pompe di poter lavorare anche ad un elevato numero di giri. Anche in questo caso, è previsto un sistema di compensazione che annulla le spinte nocive sui cuscinetti.
A titolo di esempio, la pompa IDRATEC mod. IPA300, può raggiungere 300 bar, ha una portata per giro di 122 cm3, e a 2000 giri/min. ha una portata di 244 litri.
Le sue dimensioni sono contenute in un parallelepipedo di 264x150x274 mm.
Tutte le pompe IDRATEC possono essere sia a portata fissa che variabile.
Per la loro elevata portata possono essere impiegate in variatori idraulici anche per autotrazione con pressioni non superiori alle 80÷90 bar, riducendo in tal modo gli attriti e quindi anche il riscaldamento dell’olio idraulico a valori accettabili.

Tutte le pompe IDRATEC sono reversibili e possono funzionare anche da motori idraulici.
La soluzione brevettata IDRATEC ha risolto il problema degli attriti interni con un sistema meccanico, che per la sua conformazione, mantiene le palette aderenti alla superficie di rotazione in maniera naturale, come avviene con le fasce elastiche nei pistoni, in oltre, la forza centrifuga esercitata sulle palette, non influisce minimamente sul loro attrito sulle pareti interne, permettendo a questo tipo di pompe di poter lavorare anche ad un elevato numero di giri. Anche in questo caso, è previsto un sistema di compensazione che annulla le spinte nocive sui cuscinetti.
A titolo di esempio, la pompa IDRATEC mod. IPA300, può raggiungere 300 bar, ha una portata per giro di 122 cm3, e a 2000 giri/minuto ha una portata di 244 litri. Le sue dimensioni sono contenute in un parallelepipedo di 264x150x274 mm.
Per la loro elevata portata possono essere impiegate in variatori idraulici anche per autotrazione con pressioni non superiori alle 80÷90 bar, riducendo in tal modo gli attriti e quindi anche il riscaldamento dell’olio idraulico a valori accettabili.
Le pompe IDRATEC potranno essere realizzate per i diversi utilizzi per qualsiasi portata sia fissa che variabile e al bisogno con gli attacchi delle varie tipologie.
GRAZIE ALLE CARATTERISTICHE BREVETTATE , PER AUTOMOTIVE ABBIAMO PRONTO UN SISTEMA DI TRASMISSIONE IDRODINAMICO FORTEMENTE INNOVATIVO. VISITA IL SITO www.idratec.eu


Streaming

Outsider News Quelle fughe spettacolari (e disperate) dalla DDR a 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino http://www.outsidernews.it/quelle-fughe-spettacolari-e-disperate-dalla-ddr-a-30-anni-dalla-caduta-del-muro-di-berlino/
Quelle fughe spettacolari (e disperate) dalla DDR a 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino | Outsider News - Media Company 4.0
Hanno provato a fuggire in tutti i modi: a nuoto, a bordo di aerei improvvisati, saltando il filo spinato, in auto, dirottando un treno, in un tank rubato, in mongolfiera, sottoterra. Alcuni ce l'hanno fatta, altri no. La storia degli uomini e delle donne che tentarono di fuggire dalla ex DDR supera qualsiasi immaginazione.
EVO IMPRESE ha modificato il suo profilo
EVO IMPRESE ha modificato il suo profilo
EVO IMPRESE Evo è iscritto a H2Biz!
Alessandro Benetton ha modificato il suo profilo

Marketplace

Eventi