H2biz - International Business HUB
Risk management e loss prevention - Il processo di gestione ottimale dei rischi -
Risk management e loss prevention - Il processo di gestione ottimale dei rischi -

Fornitore      H2biz

Settore: Formazione e coaching

Prezzo: 210000


Condividi   |   Consiglia   |   Inoltra


"Il mercato assicurativo vive un momento di forte innalzamento della competitività e propone sfide importanti. In un contesto con dinamiche così accelerate e volatili recuperare i valori più profondi che ispirano il principio della mutualità e del trasferimento del rischio rafforza l'identità professionale e mette in risalto il ruolo sociale dell'assicuratore. La gestione dei rischi è comunemente percepita come la necessità di dover affrontare un costo certo per fronteggiare perdite potenziali. In realtà se un rischio esiste evitare di affrontarlo non elimina affatto il suo costo, piuttosto consolida le non conformità derivanti dal mancato impiego di strumenti di ottimizzazione. Individuare il mix più adeguato di tecniche di protezione, prevenzione, trasferimento e ritenzione minimizza il costo del rischio e produce utili aziendali. Una corretta gestione dei rischi produce, inoltre, valore in termini di posizionamento strategico e di affidabilità della pianificazione. Durata del corso: 3 giornate di modulo iniziale + 1 giornata successiva di follow-up+ continuum formativo on-line Aperto ad un massimo di 16 partecipanti Orari 1 giorno 13.30/19.30dal 2 al 4 giorno 09.30/13.30-14.30/18.30 "


Streaming

Giovanni Mappa ha modificato il suo profilo
Outsider News La guerra (silenziosa) per controllare il tesoro dell’Artico. Trump punta alla Groenlandia http://www.outsidernews.it/la-guerra-silenziosa-per-controllare-il-tesoro-dellartico-trump-punta-alla-groenlandia/
La guerra (silenziosa) per controllare il tesoro dell'Artico. Trump punta alla Groenlandia | Outsider News - Media Company 4.0
E' in corso una guerra (non dichiarata) per il controllo delle estrazioni di petrolio nell'Artico. Una guerra combattuta silenziosamente da Russia, USA, Norvegia, Danimarca e Canada. Un giro di affari da 90 miliardi di barili di petrolio e un tesoretto che, secondo le stime dell'Onu, vale il 30% delle riserve mondiali di gas.
Raimondo Pirro ha modificato il suo profilo
Raimondo Pirro ha modificato il suo profilo
Raimondo Pirro ha modificato il suo profilo

Marketplace

Eventi