H2biz - International Business HUB
Sistema per evitare lo scontro tra aerei e volatili
Sistema per evitare lo scontro tra aerei e volatili

Inserito da      salvo lombardo

Settore: Aerospazio

Inserito il 29-08-2019

Piattaforma: Idee da finanziare

Prezzo: da definire


Condividi   |   Consiglia   |   Inoltra


Il cosiddetto bird strike, ossia lo scontro tra un aereo con dei volatili ha spesso conseguenze molto gravi, persino letali.



Anche perché tali impatti avvengono principalmente a bassissime quote, ossia quando l’aereo si trova nella già delicata fase di decollo o di atterraggio.



Da giovane pilotavo aerei e sapendo che questa è la seconda causa di incidenti nei cieli, cercavo una possibile soluzione. Di recente, partendo dalla formula che calcola l’energia di tale impatto: E= m*v/t (dove (E) è l’energia d’impatto, (m) la massa dell'uccello che moltiplicata per (v) la velocità di collisione e divisa per (t) ossia il tempo di impatto o di decelerazione) ho calcolato l'esatto valore di tale energia.



Da ciò si evince che quando un gabbiano del peso di un chilogrammo, colpisce un aereo che viaggia a 250 km/h si avrà un’energia d’impatto, come se l'uccello pesasse circa una tonnellata.

Ed è proprio partendo da questa formula che ho trovato il sistema anti collisione aereo/uccelli che può essere la soluzione a tale problema.



Il che significa oltre alla possibilità di salvare vite umane, anche ottenere un enorme risparmio economico. Basti considerare che, solo nel 2018 le collisioni tra aerei e uccelli negli USA sono stati oltre 14 mila, causando danni alle compagnie aeree per centinaia di milioni di dollari.



Se a ciò aggiungiamo che questo sistema ha un costo modesto e si può montare anche sui velivoli già operativi, ciò ne aumenta il valore e lo rende un dispositivo desiderabile sia per le compagnie aeree, sia per le case costruttrici di aeromobili.



Ricerco finanziatori per portare sul mercato il progetto.