H2biz - International Business HUB

F2i

F2i SGR
Azienda
Credito e finanza
Roma (Roma) - Italia

Profili simili (75)

A.n.s.v.i

ADF Consu...

AE Manage...


Agenzia D...

Alcor Inv...

Alessandr...


Alessandr...

Algebris ...

ALN Consu...


Audit-Tools

BAMS Srl

Banca Cre...


BIT

Breakfin

Cassa Dep...


COC

COLTRARO

COMSEC


Visualizza tutti

  • Nome Azienda: F2i SGR
  • Nome e Cognome: F2i
  • CAP: 00187
  • Città: Roma
  • Provincia: Roma
  • Nazione: Italia
  • Lingua preferita: IT
  • Sito web: http://www.f2isgr.it/
  • Settore: Credito e finanza

Curriculum vitae

F2i
-
Fondi Italiani per le Infrastrutture
-
è una SGR
-
Società di Gestione del Risparmio
-
costituita nel 2007 e protagonista della creazione del più grande fondo chiuso in Italia (uno dei maggiori in Europa). Il Fondo può vantare tra i propri azionisti di riferimento alcune delle principali banche italiane, Istituzioni, primari Istituti di credito, Fondazioni bancarie e Casse di previdenza. Il Primo Fondo F2i, autorizzato dalla Banca d'Italia nell'agosto del 2007, ha raccolto 1.852 milioni di Euro, successivamente investiti quasi interamente in vari comparti infrastrutturali, con quote di controllo in importanti aziende quali 2i Rete Gas, Alerion Clean Power, HFV, Gesac, Infracis, Metroweb, Sagat e una quota di rilievo in SEA. Il Secondo Fondo F2i, avviato nel Luglio del 2012 con un obiettivo di raccolta pari a 1.200 milioni di Euro, di cui attualmente 775 milioni già sottoscritti ha già investito in 2i Rete Gas, SIA, SEA (seconda tranche) e TRM. Attualmente F2i è guidata dall'Amministratore Delegato Renato Ravanelli e dal Presidente Leone Pattofatto.

 


Secondo Fondo di Investimento F2i

Credito e finanza

F2i SGR SpA è la società di gestione del risparmio che ha lanciato il più grande fondo chiuso italiano: Fondo Italiano per le Infrastrutture - F2i, dedicato a investimenti nel settore delle infrastrutture.

Come già per il Primo Fondo, la missione del Secondo (1,2 miliardi di euro di raccolta) è quella di affermarsi come investitore e partner di lungo periodo nel settore delle infrastrutture in Italia.

La politica di investimento di F2i mira a creare un portafoglio diversificato di partecipazioni in società attive in tutti i settori infrastrutturali, prevalentemente in Italia. F2i (Primo e Secondo Fondo) si propone di acquistare quote di maggioranza o di minoranza qualificata, che consentano di esercitare un ruolo di rilievo nella governance societaria:

- investimenti in una singola società o in società appartenenti a uno stesso gruppo: non possono superare il 20% dell'ammontare del Fondo (ovvero, il 25% nel caso in cui la società operi prevalentemente in un settore a tariffa regolata), salvo deroga (rispettivamente al 25% o 30%)*;
- investimenti 'greenfield': non possono superare complessivamente il 20% dell'ammontare del Fondo, salvo deroga (25%)*;
- investimenti in Stati Membri dell'Unione Europea: non possono superare nel complesso il 20% dell'ammontare del Fondo, salvo deroga (25%)*; investimenti in strumenti finanziari quotati: non possono superare complessivamente il 30% (20% per il Secondo Fondo) dell'ammontare del Fondo, salvo deroga (40%)* e/o salvo successiva operazione di delisting.

Per il primo Fondo, il periodo di investimento ha avuto inizio alla data del first closing (dicembre 2007). L'orizzonte temporale per gli investimenti del Primo Fondo è di 15 anni, con scadenza al 31 dicembre 2024. Per il Secondo Fondo (first closing ottobre 2012) l'orizzonte temporale è ugualmente di 15 anni, con scadenza al 31 dicembre 2027.

Ad oggi l'ammontare del Primo Fondo è pressoché totalmente impegnato e hanno preso avvio i primi investimenti del Secondo Fondo.