H2biz - International Business HUB

salvo lombardo

Freelance salvo lombardo
Professionista
Aerospazio
montelepre (PA) - Italia

Profili simili (34)

alfonso c...

Andrea Camba

Barbara Z...


C. D'OLIV...

Carlo Col...

Carlotta ...


Caterina ...

Daniele P...

Domenico ...


Filippo S...

Gianfranc...

GianLuca ...


giulio si...

LUCA SANTORO

Luigi Grosso


Marco Mar...

marco piu

Marino Rosa


Visualizza tutti

  • Nome Azienda: salvo lombardo
  • Nome e Cognome: salvo lombardo
  • CAP: 90040
  • Città: montelepre
  • Provincia: PA
  • Nazione: Italia
  • Lingua preferita: IT
  • Sito web: Non disponibile
  • Settore: Aerospazio

Descrizione

Spinto dalla sua straordinari fantasia, immagina mille modi per poter migliorare qualsiasi cosa gli capiti di osservare e, spinto dalla voglia di raggiungere il massimo risultato col minimo sforzo, elabora e progetta strumenti e servizi per migliorare la vita di ogni giorno.
Per ricercare il senso della vita, ama scrivere romanzi e testi teatrali introspettivi.

 

Curriculum vitae

Salvo nasce a Montelepre (Palermo), nel luglio del 1954.
Nel ’75 ottiene il brevetto di pilota d’aerei e nello stesso anno, conseguito il titolo di Capitano di Lungo Corso, naviga su rotte oceaniche come ufficiale di rotta.
Lascia il mare, va a vivere negli Stati uniti, poi tornato in Italia, si sposa e crea una fabbrica di bigiotterie d’alta moda, quindi nel ‘82 fonda una televisione libera: Tele Occidente.
Non è un intenditore di calcio, tuttavia nel ’90 un calciatore argentino che gli chiese di assisterlo calcisticamente, per non deluderlo studia gli aspetti contrattuali e per fare le cose per bene incoraggia la FIGC a istituire una nuova figura professionale: il Procuratore Sportivo.
Diviene uno dei primi iscritti all'albo dei procuratori sportivi della FIGC e gestisce molti calciatori, tra questi il famoso Patrice Evrà, che porta a giocare nel Marsala in C1. Da lì poi Patrice avrà un grande successo andrà al Manchester United, poi alla Juventus e diverrà anche titolare della nazionale francese.

 


Sistema per evitare lo scontro tra aerei e volatili

Aerospazio

Il cosiddetto bird strike, ossia lo scontro tra un aereo con dei volatili ha spesso conseguenze molto gravi, persino letali.



Anche perché tali impatti avvengono principalmente a bassissime quote, ossia quando l’aereo si trova nella già delicata fase di decollo o di atterraggio.



Da giovane pilotavo aerei e sapendo che questa è la seconda causa di incidenti nei cieli, cercavo una possibile soluzione. Di recente, partendo dalla formula che calcola l’energia di tale impatto: E= m*v/t (dove (E) è l’energia d’impatto, (m) la massa dell'uccello che moltiplicata per (v) la velocità di collisione e divisa per (t) ossia il tempo di impatto o di decelerazione) ho calcolato l'esatto valore di tale energia.



Da ciò si evince che quando un gabbiano del peso di un chilogrammo, colpisce un aereo che viaggia a 250 km/h si avrà un’energia d’impatto, come se l'uccello pesasse circa una tonnellata.

Ed è proprio partendo da questa formula che ho trovato il sistema anti collisione aereo/uccelli che può essere la soluzione a tale problema.



Il che significa oltre alla possibilità di salvare vite umane, anche ottenere un enorme risparmio economico. Basti considerare che, solo nel 2018 le collisioni tra aerei e uccelli negli USA sono stati oltre 14 mila, causando danni alle compagnie aeree per centinaia di milioni di dollari.



Se a ciò aggiungiamo che questo sistema ha un costo modesto e si può montare anche sui velivoli già operativi, ciò ne aumenta il valore e lo rende un dispositivo desiderabile sia per le compagnie aeree, sia per le case costruttrici di aeromobili.



Ricerco finanziatori per portare sul mercato il progetto.