H2biz - International Business HUB

H2biz sigla accordo con 630 compratori per gli approvvigionamenti on-line di prodotti e servizi

H2biz sigla accordo con 630 compratori per gli approvvigionamenti on-line di prodotti e servizi


H2biz ha siglato in data 22 febbraio 2019 un accordo quadro con 638 aziende (152 italiane e 486 estere) di 34 settori merceologici per la gestione degli approvvigionamenti di beni e servizi.


Queste aziende affideranno agli iscritti H2biz una parte dei loro acquisti canalizzando le loro richieste di fornitura attraverso la piattaforma Richiesta prodotti e servizi e la Rete Italian Overseas PMI (IOP).

Alle richieste di acquisto di prodotti e servizi potranno partecipare come fornitori le aziende e i professionisti iscritti a H2biz secondo il loro profilo operativo.

L'accordo riveste un'importanza strategica, sia per i volumi che può potenzialmente generare che per il carattere strutturale della partnership con i committenti (non saranno acquisti occasionali ma continuativi).

La partnership è aperta anche alle imprese già iscritte a H2biz che hanno necessità di acquistare prodotti e servizi e vogliono valutare la competitività e l'affidabilità delle migliaglia di fornitori aderenti all'HUB.

La Centrale Operativa H2biz sta già ricevendo le prime richieste di fornitura dai nuovi committenti che saranno pubblicate on-line dal 4 marzo 2019.

Il management H2biz invita gli iscritti interessati a contattare la Centrale Operativa per verificare la propria posizione fornitore e conoscere le procedure di partecipazione alle forniture.

Ufficio Stampa H2biz
Info e contatti



Streaming

Gucci ha inserito un nuovo video Pre-Fall 2019
Outsider News Sanguigno e concreto. Ferruccio Lamborghini ha saputo correre e ha saputo fermarsi http://www.outsidernews.it/sanguigno-e-concreto-ferruccio-lamborghini-ha-saputo-correre-e-ha-saputo-fermarsi/
Sanguigno e concreto. Ferruccio Lamborghini ha saputo correre e ha saputo fermarsi | Outsider News - Media Company 4.0
La vita di Ferruccio Lamborghini, fondatore dell'omonima casa automobilistica, andrebbe raccontata nei corsi di management come esempio di opportunismo e coraggio. Figlio di due contadini emiliani, appena finita la guerra trovò nel porto di Napoli 1.000 motori agricoli inutilizzati, capì che l'Italia agricola aveva bisogno di macchine moderne per ripartire, riuscì a comprare quei motori per pochi soldi, li fece modificare per aumentarne la potenza e si mise a costruire dei trattori veloci grazie ai quali era possibile lavorare la terra nella metà del tempo.

Marketplace

Eventi