H2biz - International Business HUB

Mauro Broda Vicepresidente IDI

Fondatore Istituto Diplomatico Internazionale
Professionista
Commercio Internazionale
Roma (RM) - Italia

Profili simili (55)

Alessandr...

Andrea Mele

Angelo Ri...


Anselmi M...

antoniett...

Antonio M...


Benedetto...

Carlo Rossi

Chiara Ba...


CHRISTIAN...

Christoph...

ciro liberti


ciro rongo

Claudio C...

Dario Di ...


davide sp...

Dino Villa

Donatella...


Visualizza tutti

  • Nome Azienda: Istituto Diplomatico Internazionale
  • Nome e Cognome: Mauro Broda Vicepresidente IDI
  • CAP: 00186
  • Città: Roma
  • Provincia: RM
  • Nazione: Italia
  • Lingua preferita: IT
  • Sito web: http://www.idi-international.org
  • Settore: Commercio Internazionale

Descrizione

L’Istituto Diplomatico Internazionale - acronimo I.D.I., è un ente morale di diritto privato e di interesse pubblico, di natura Diplomatica, Economica, Culturale, Sociale e Umanitaria, con particolare riferimento al mondo diplomatico finalizzato a favorire e promuovere le relazioni in campo economico e culturale tra le Ambasciate e Consolati dei vari Paesi e le istituzioni pubbliche e private, con particolare attenzione alle problematiche economiche, industriali, sociali e culturali, costituito con atto pubblico notarile nel 1994.

Oggi il mondo è caratterizzato dal costante incontro di uomini, popoli, culture, merci e servizi, tale da rendere veramente riconducibile il mondo a un “Villaggio Globale". Abbiamo quindi ideato questa Associazione al fine di riservare uno spazio più personale, più controllato e quindi più efficiente in questo crogiolo che è il nostro tempo.
La diplomazia economica internazionale non governativa e le pubbliche relazioni in questo settore sono il campo operativo principale dell’Istituto Diplomatico Internazionale.
La diplomazia non è più un’esclusiva dei governi, come dimostra il crescente ruolo assunto dalle organizzazioni della società civile nei negoziati internazionali dall’inizio degli anni ’90.
Il processo è diventato più visibile dal 1992, con la Conferenza delle Nazioni Unite (Onu) su Ambiente e salute tenutasi a Rio de Janeiro, seguita da altri vertici mondiali su tematiche sociali, che hanno visto la partecipazione attiva delle organizzazioni non governative (Ong) e il successo di molte loro proposte.

La definizione di questa “diplomazia non governativa”, il contesto del suo sviluppo, i suoi limiti ed obiettivi sono stati i punti forti per voler creare un punto prestigioso di incontro tra rappresentanti diplomatici dei vari Paesi ed il mondo industriale e commerciale.

Con questo proposito vogliamo fungere da piattaforma di diplomazia economica, offrendo consulenza e servizi di qualità per il mondo diplomatico, come punto di riferimento e selezione delle opportunità che i loro Paesi offrono.

Pertanto, l'Istituto Diplomatico Internazionale (IDI) si propone, avendo in evidenza la Carta delle Nazioni Unite, di promuovere nell'ambito diplomatico, industriale, economico, religioso, culturale, sociale ed umanitario, uno spirito di mutua collaborazione ed assistenza, finalizzata allo sviluppo dei rapporti informativi e degli scambi culturali ed economici, per il miglioramento dell'utilizzazione delle risorse umane, economiche, sociali in tutti i suoi aspetti e tra tutti i popoli.

L'Istituto Diplomatico Internazionale (IDI) intende fungere da trait-d’union tra professionisti, imprese e organismi diplomatici internazionali, vuole soprattutto esplorare nuove strade per l'interscambio internazionale attraverso le strutture diplomatiche di ogni Paese. In Italia abbiamo i Corpi Diplomatici e Consolari doppi di gran parte dei Paesi del Mondo: presso la Repubblica Italiana e presso la Santa Sede. Alcuni Paesi hanno anche rappresentanze proprie presso la Repubblica di San Marino e presso il Sovrano Militare Ordine di Malta (S.M.O.M.).

Certamente, l'IDI rappresenta per l’associato un eccellente strumento di relazioni pubbliche, il “salotto buono” a cui accedere e utilizzare per promuovere i propri progetti di internazionalizzazione.

Schematizzando, l’Istituto Diplomatico Internazionale ha lo scopo di:
Esplorare nuove vie per il commercio con l’estero.

Sviluppare i rapporti di collaborazione con Governi, Rappresentanze Diplomatiche, Ministeri, amministrazioni, associazioni di categoria e di servizi alle aziende, Istituti Culturali, Stampa internazionale, Istituzioni internazionali con scopi affini dei vari paesi del mondo.

“Internazionalizzare” le aziende : per mezzo dell’apposita struttura interna, l’”Organizzazione Internazionale Commercio Estero – OICE”, verranno proposte ai nostri associati azioni ed interventi concreti per operare nei mercati internazionali. Un apposito Club Mondiale degli Imprenditori (“World Club degli Imprenditori”) avrà cura di tutte le esigenze pratiche utili per il business internazionale.

Favorire tra i vari paesi la promozione delle idealità della dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e della Carta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Istituire onorificenze appositamente create per gli Associati che si siano particolarmente distinti in campo diplomatico, politico, professionale, industriale, economico, culturale, religioso e comunque inerente alle relazioni umane nell’ambito della nostra Accademia Diplomatica Al Merito delle Nazioni (Academia Pro Meritis Universitatis Nationum).

Creare di un foro diplomatico parallelo, tramite i nostri associati effettivi ed emeriti del mondo politico e diplomatico dei vari Paesi, che possa favorire la comprensione e la soluzione dei vari problemi umani, sociali e conflittuali del nostro tempo. Il nostro Istituto, in particolare attraverso l’Accademia, sarà anche un centro di ricerca e di studio delle varie problematiche internazionali che si riprometterà di sottoporre all’esame e all’intervento dei propri Membri più qualificati. Il lavoro dell’Istituto sarà pertanto anche un contributo, insieme alle azioni concrete previste dello Statuto, allo sviluppo dei popoli più in difficoltà i cui Rappresentanti Diplomatici, di Governo e di Cultura ci onoreremo di avere come nostri Membri.

L’attività dell’Istituto viene esplicata attraverso Commissioni di lavoro dedicate che operano sotto la supervisione dei due Dipartimenti, quello per gli Affari Diplomatici e quello per l’Internazionalizzazione delle Aziende.

Figure professionali e con esperienza nei diversi settori sono state preposte a capo delle diverse Commissioni al fine di poter agevolare il lavoro costante dell’Istituto ma anche per assistere gli associati puntualmente e con un livello di satisfaction consono all’importanza dell’Associato all’interno dell’Istituto.

Le domande di ammissione verranno valutate direttamente dal Consiglio Direttivo, previo un breve colloquio conoscitivo e l’analisi di documentazione di rito.

 

Note

Lo staff dirigenziale dell'IDI (Consiglio Direttivo) è composto dal Presidente, dal Vicepresidente e dal Segretario Generale.