H2biz - International Business HUB

Centro di Ricerca Urania

URANIA Entomofauna del mondo srl
Azienda
Medico
Perugia (PG) - Italia

Profili simili (7)

MedicAir

Farmaceut...

Giuseppe ...


Gruppo Do...

PromoSalute

Rephair


Salvatore...

Visualizza tutti

  • Nome Azienda: URANIA Entomofauna del mondo srl
  • Nome e Cognome: Centro di Ricerca Urania
  • CAP: 06129
  • Città: Perugia
  • Provincia: PG
  • Nazione: Italia
  • Lingua preferita: IT
  • Sito web: http://www.edpa.it
  • Settore: Medico

Descrizione

"Centro di Ricerca Urania Laboratorio E.D.P.A. Via Caduti del lavoro, 50 - 06124 Perugia Il Centro di Ricerca Urania svolge studi sperimentali nel settore entomo-aracnologico relativamente alla diagnostica medica e industriale. Due laboratori del Centro sono dedicati al rilievo di insetti ed acari in ambienti confinati: 1) Il laboratorio E.D.P.A. si occupa esclusivamente di ricerca e diagnostica nel settore medico, utilizzando un metodo chiamato 'Esame Diretto delle Polveri Ambientali ' (E.D.P.A.). Attraverso tale metodica - che consiste nel processare la polvere ambientale raccolta dal pavimento di ambienti nei quali vive il paziente - viene rilevata la presenza di artropodi patogeni causa di dermopatie o pneumopatie, svelandone i focolai di sviluppo larvale al fine di mirare un eventuale trattamento di disinfestazione ambientale. Tale metodica si applica in modo ottimale nel settore dermatologico, laddove sia necessario individuare o escludere la responsabilità di artropodi ambientali nell'insorgenza di una dermopatia. 2) Il laboratorio E.D.P.A.I. si occupa esclusivamente di ricerca e diagnostica nel settore industriale, utilizzando un metodo chiamato 'Esame Diretto delle Polveri Ambientali Industriali” (E.D.P.A.I.). Attraverso tale metodica - che consiste nel processare la polvere ambientale raccolta dal pavimento di ambienti industriali - viene rilevata la presenza di artropodi infestanti dannosi alla produzione, svelandone i focolai di sviluppo larvale al fine di mirare un eventuale trattamento di disinfestazione ambientale. Tale metodica si applica in modo ottimale in tutti gli ambienti della filiera agroalimentare (magazzini di stoccaggio merci, locali di trasformazione, ecc.) nonché sistematicamente, a scopo preventivo, in ambienti confinati di treni, navi, alberghi, uffici pubblici, ecc. Nel settore dermatologico l'E.D.P.A. ha sicuramente un suo ruolo preciso nell'aiutare il medico capire meglio l'origine di certe lesioni. Il Centro di Ricerca Urania svolge questo servizio diagnostico in modo semplice e veloce: è sufficiente che il medico prescriva l'E.D.P.A. al proprio paziente indicandogli il laboratorio a cui rivolgersi (Centro di Ricerca Urania - Laboratorio EDPA, Via Caduti del lavoro, 50 - 06124 Perugia, Cell. 3202848606, www.edpa.it) ed attenda ch'egli ritorni con l'esito dell'esame. Sarà compito del paziente raccogliere la polvere di casa, esclusivamente con scopa e paletta ( spazzandone tutto il pavimento di ogni stanza, dopo aver sbattuto lievemente cuscini, coperte, tappeti, seggiole tarlate, ecc.), riporla in dei barattoli ben etichettati (es. camera da letto, studio, ecc.) e spedirli al Centro di Ricerca Urania a Perugia, dove in 24-48 ore gli verrà spedito via e-mail l'esito dell'esame con le indicazioni per risolvere l'eventuale infestazione ambientale. La strategia di intervento ambientale che verrà consigliata dovrà portare, se l'esame ha avuto esito positivo e il paziente ha effettuato correttamente le operazioni consigliate, alla risoluzione del problema dermatologico. www.edpa.it Centre of Research Laboratory E.D.P.A. Via Caduti del lavoro, 50 - 06124 Perugia URANIA Centre of Research carries out medical and industrial diagnostics as regards the entomological and arachnological fields . Two laboratories of this Centre deal with the finding of insects and mites indoors: 1. E.D.P.A Laboratory treats exclusively research and diagnostics in the medical sector, by using a method called exactly ' Esame Diretto delle Polveri Ambientali ' (E.D.P.A) . Through this method, consisting in processing housedust collected from the floor of the rooms where the patient lives, the presence of pathogenic arthropods causing dermatopathies or pneumopathies is recorded. The centres of larval development are found in order to target a possible treatment of environmental disinfestation. Such a method is applied in an excellent way in the dermatological sector, any time it is necessary to individuate or exclude an environmental origin by arthropods in the onset of a dermatopathy. 2. E.D.P.A.I. Laboratory treats exclusively research and diagnostics in the industrial sector, by using a method called 'Esame diretto delle Polveri Ambientali Industriali” (E.D.P.A.I.). Through this method, consisting in processing the environmental dust collected from the floor of industrial premises, the presence of infestant arthropods detrimental to goods is recorded. The centres of larval development are found in order to target a possible treatment of environmental disinfestation. Such a method is applied in an excellent way in all the premises of the agroindustrial sector (warehouses, manufacturing premises and so on), as well as systematically, as a preventive measure against both infestant or pathogenic arthropods, on trains, ships, hotels, restaurants, supermarkets and so on. In the dermatological sector, without any doubt E.D.P.A. has its precise function in helping the doctor to better understand the origin of lesions. URANIA Centre of Research performs this diagnostics service in a very simple and fast way: the doctor prescribes the E.D.P.A to his patient, to be sent to CENTRO DI RICERCA URANIA - LABORATORIO EDPA , Via Caduti del Lavoro, 50 - 06124 Perugia, phone n. 320-2848606 website: www.edpa.it, and then he waits for the response of the exam. It is up to the patient to collect the housedust, exclusively with broom and dustpan, by brooming the whole surface of the floor of any room, after having shaken blankets, cushions, carpets, wood-wormed chairs and so on, put it into small containers to be well labelled with thwe names of the rooms (for instance, double bedroom, single bedroom, livingroom and so on). They must be sent, by mail or a parcel service, to Perugia URANIA Centre, from where, in 24-72 hours' time, the patient will receive the response of the examination per e-mail or the way he has requested, together with the advice to solve the possible environmental infestation. If the examination has had a positive result and the patient has duly effected the strategy of intervention advised, his dermatopathy will clear up in a few days. www.edpa.it "

 

Curriculum vitae

"Breve curriculum vitae del Prof. Dr. Mario Principato (Cell.320 2848606
-
Email: gabriprinc@virgilio.it) DATI PERSONALI Mario Principato è nato a Messina il 2.8.1955 ed è residente a Perugia in via Cecchini n°18. Coniugato con tre figli, consegue il diploma di maturità classica nel 1973 e si laurea in Medicina Veterinaria, presso l'Università degli Studi di Perugia, nell'anno accademico 1978/79. ATTIVITA' LAVORATIVA E' specialista in Entomologia ed Aracnologia Medica e Veterinaria presso la sezione di Parassitologia del Dipartimento di Scienze Biopatologiche Veterinarie della Facoltà di Medicina Veterinaria di Perugia, in qualità di Ricercatore Universitario. E' stato incaricato degli insegnamenti di Malattie Parassitarie e Profilassi delle Malattie Parassitarie del IV anno, nell'ambito dei moduli professionalizzanti. Ha insegnato nelle scuole di specializzazione in Sanità Animale e Ispezione degli Alimenti di origine animale. Ha fatto parte delle commissioni d'esame dei suddetti corsi ed anche di quelli di Parassitologia e Malattie Parassitarie del II anno. E' Responsabile del laboratorio di Entomologia ed Acarologia Medica e Veterinaria nella sezione di Parassitologia del Dipartimento di Scienze Biopatologiche ed Igiene delle Produzioni Animali ed Alimentari della Facoltà di Medicina Veterinaria di Perugia. Attualmente insegna presso la Facoltà di Agraria, nell'ambito del modulo di Igiene, per STPA. E' Responsabile Scientifico del Centro di Ricerca Urania di Perugia, afferente alla Società Urania Entomofauna del mondo Srl., relativamente al settore della diagnostica e della ricerca entomo-aracnologica. Qui svolge attività di consulenza specialistica per diverse Aziende agroalimentari, per la Clinica Dermatologica dell'Ospedale Silvestrini di Perugia, per Trenitalia Spa e per il Ministero della Salute, dove è stato recentemente incaricato, in qualità di aracnologo, di redigere la lista degli aracnidi velenosi di cui vietare l'importazione in Italia. PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE Ha pubblicato oltre n° 200 lavori di ricerca su riviste nazionali ed internazionali, principalmente su argomenti di Entomologia ed Acarologia Medica e/o Veterinaria. E' coautore del Testo Universitario "Patologia Aviare" per la parte concernente le Malattie da Artropodi. E' coautore del Volume "Gli Estrildidi" (pubblicato dalla Federazione Ornicoltori Italiani) e della Checklist delle Specie della Fauna Italiana per la parte concernente i Pentastomida (con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente e del Comitato Scientifico per la Fauna d'Italia). ATTIVITA' SCIENTIFICA Appassionato entomologo realizza privatamente, nel 1992, una tra le più ampie e spettacolari esposizioni entomologiche europee ( n° 150 grandi bacheche con oltre 22.000 esemplari di tutto il mondo) che il Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica inserisce tra le iniziative più importanti nell'ambito della "Settimana della Cultura Scientifica in Italia" e, per tre anni, ne pubblica la descrizione nei volumi "Scienza Spazioaperto" a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 1998 mette a punto una nuova tecnica parassitologica (Esame Diretto delle Polveri Ambientali - EDPA) attraverso la quale è possibile svelare la presenza di artropodi patogeni per l'uomo in ambiente confinato ed applica tale metodologia prevalentemente nel settore dermatologico, rilevando nuovi artropodi di interesse sanitario in Italia. Il Ministero dello Sviluppo Economico gli concede il "brevetto per invenzione industriale". Nel 2002 realizza e sperimenta una nuova tecnica di analisi parassitologica ambientale (EDPAI), applicabile a livello aziendale, attraverso la quale diviene possibile individuare, con estrema precisione, i focolai di sviluppo di artropodi patogeni e/o infestanti, consentendo alle aziende di mirare i trattamenti di disinfestazione, realizzando una maggiore efficacia antiparassitaria con un minore inquinamento ambientale e dei prodotti alimentari. L'attività scientifica del Dr. Principato si realizza principalmente nel settore entomologico ed acaro logico, anche se sono numerosi i suoi contributi nel campo della protozoologia e dell'elmintologia veterinaria. Egli dedica molti anni allo studio della gasterofilosi equina, di cui chiarisce alcuni aspetti eziopatogenetici e di tipo sistematico, classificando, per la prima volta, le lesioni prodotte da questi insetti sia a livello della cavità orale sia a livello gastroenterico, e mettendo a punto, sotto il profilo tassonomico, una nuova chiave di identificazione alle larve delle specie italiane di Gasterophilus basata sulla morfologia degli stigmi protoracici larvali. Su di essi compie studi al Microscopio Elettronico (SEM e TEM), chiarendone molti aspetti relativi alla loro fisiologia ed ultrastruttura. Nel 1986 rileva, nel pollo, Laminosioptes cysticola, un acaro di interesse ispettivo di cui isola e descrive, per la prima volta, gli stadi immaturi (Premio SISVET 1986). Nel 1987 isola dalle ghiandole sebacee palpebrali di una donna affetta da blefarocongiuntivite un acaro prostigmato, Demodex brevis, e con opportuni trattamenti risolve il caso clinico. Inizia, dunque, una serie di ricerche sugli acari Demodicidi dell'uomo, che esitano nel rilievo di un nuovo stadio evolutivo (preadulto) resistente e nella importante correlazione tra la presenza di questi acari e l'insorgenza dell' alopecia seborroica nell'uomo. Tali studi, solo in parte già pubblicati, sono ancora in atto. Nel 1991 rileva, per la prima volta in Italia, la presenza di Sancassania berlesei, un acaro divenuto oggi un infestante primario degli allevamenti avicoli industriali ed anche causa di dermatiti nell'uomo. Nel 1993 segnala, per primo, l'associazione parassitaria tra Pyemotes ventricosus e il tarlo dei mobili, descrivendo alcuni episodi di dermatite umana all'interno delle abitazioni. Tale acaro è ora divenuto la prima causa di dermatite indoor in Italia. Nel 1994 descrive la vaginomiasi bovina da Wohlfartia magnifica, specie allora non ancora segnalata nel nostro Paese, ma oggi estremamente frequente negli allevamenti di ruminanti del centro Italia. Nel 1995, utilizzando l'EDPA, segnala una nuova dermatite da Glycyphagus domesticus nell'uomo (glicifagosi), rilevando uno stretto rapporto tra la presenza di questo acaro e alcune deficienze strutturali dell'abitazione. Anche in questo caso l'artropode si è ampiamente diffuso, divenendo tra le prime cause di dermatite allergica indoor in Italia. Nel 1998 segnala in Umbria alcuni casi di avvelenamento nell'uomo da Cheiracantium punctorium, un ragno velenoso prima di allora sconosciuto nella regione. Nel 2000 segnala quindi, ancora attraverso l' l'EDPA, inusuali agenti di dermatite umana come, per esempio, Solenopsis fugax, una formica aculeata di origine tropicale (Premio SIDAPA 2001), e Pronematus davisi, un acaro patogeno importato dal Canada con il legname. Nel 2004 rileva, in alcune aziende produttrici di salumi, la presenza costante di colonie miste di acari (Tyrophagus putrescentiae e Lepidoglyphus destructor) all'origine di alcune dermatiti osservate negli operatori del settore e solleva la problematica ispettiva al Congresso Nazionale del Veterinari Igienisti. Nel 2005 rileva sul gatto, per la prima volta in Italia, Euschoengastia donaldi, un nuovo acaro Trombiculidae, patogeno sia per l'uomo che per gli animali. Il Dr. Principato si è, inoltre, dedicato per molti anni, allo studio degli artropodi infestanti, sia di allevamenti che di aziende agroalimentari, segnalando e risolvendo problematiche di interesse industriale ed applicando l'innovativa tecnica EDPAI per svelare precocemente i focolai larvali degli infestanti, ancor prima che danneggino i prodotti alimentari. Nel 2010, dopo due anni di sperimentazione, mette a punto, in collaborazione con gli specialisti di Trenitalia spa, un nuovo e rapido metodo di sterilizzazione "a caldo" dei rotabili (da quest'anno in utilizzo routinario in Italia) e vi applica con successo l'EDPA per la diagnosi precoce delle infestazioni da artropodi. Tale metodica, utilizzata sia a livello diagnostico che nei contenziosi, è entrata oggi nella procedura ufficiale di Trenitalia spa., azienda di cui il Dr.Principato è attualmente il consulente. Negli ultimi dieci anni il Dr. Principato ha depositato, sia in Italia che all'estero, numerosi brevetti industriali, in gran parte già concessi dal Ministero dello Sviluppo Economico, tra cui due relativi ad un nuovo importante composto di origine naturale (biologico e biodegradabile, privo di qualsivoglia impatto ambientale) in grado di impedire la nascita delle zanzare. "

 

Note

"Troverete altre notizie sul sito internet: www.edpa.it Per contatti potete chiamare il seguente n° telefonico: 3202848606"

 

Risultati

"1) EDPA (Esame Diretto delle Polveri Ambientali): un nuovo metodo brevettato che consente di svelare precocemente in qualsiasi ambiente confinato, la presenza di insetti ed acari che pungono o che causano dermatiti o pneumopatie. 2)EDPAI (Esame Diretto delle Polveri Ambientali Industriali): Una metodica ampiamente sperimentata che consente di individuare precocemente i focolai larvali di insetti infestanti ancor prima che danneggino i prodotti e consente di svelare precocemente insetti patogeni ancor prima che possano pungere. Tale metodica diagnostica è attualmente applicata nei sistemi di controllo di Trenitalia spa ed in numerose aziende agroalimentari. 3) n° 2 Brevetti internazionali di un composto di origine vegetale e di bassissimo costo di produzione, in grado di impedire la nascita delle zanzare. E' biologico, biodegradabile, competitivo. 4) Collezione Urania: Si tratta della più ampia e spettacolare esposizione entomologica che sia mai stata esposta al pubblico in Europa. Conta oltre 22.000 esemplari di insetti e aracnidi provenienti da ogni parte del mondo. E' stata esposta nell'ambito delle Manifestazioni Colombiane a Palazzo Ducale di Genova. Occupa circa 500mq"